in

I CARBOIDRATI COMPLESSI POSSONO ESSERE NOSTRI ALLEATI PER CURARE E PREVENIRE IL DIABETE

CURARE IL DIABETE MANGIANDO – CAPITOLO 2

I CARBOIDRATI COMPLESSI POSSONO ESSERE NOSTRI ALLEATI PER CURARE E PREVENIRE IL DIABETE

L’importanza dell’alimentazione corretta in tutti i tipi di diabete è ormai indiscussa sia come prevenzione che come supporto alla terapia

Riprendiamo il discorso dei carboidrati occupandoci ora più dettagliatamente dei carboidrati complessi. I CARBOIDRATI COMPLESSI, detti anche amidi o polisaccaridi, sono costituiti da lunghe catene di singole molecole di carboidrati.

Trattandosi di lunghe catene hanno un tempo di assorbimento molto lungo e molto più lento dei carboidrati semplici e non alzano molto rapidamente la glicemia (si dice per questo che HANNO UN INDICE GLICEMICO PIU’ BASSO DEGLI ZUCCHERI)

I CARBOIDRATI COMPLESSI chiamati anche amidi o polisaccaridi sono prevalentemente contenuti nel riso, nei cereali, nel mais, nelle patate, nel pane, nella pasta e nei legumi, specialmente raccomandabili se sono integrali.

Le singole molecole di carboidrati debbono essere chimicamente liberate ad una ad una dalle lunghissime catene che formano gli amidi e quindi si assorbono molto lentamente.

Per queste ragioni i CARBOIDRATI COMPLESSI assunti nella giusta quantità non alzano troppo la glicemia e non causano tutti quegli effetti dannosi che abbiamo invece appena ricordato a proposito dei carboidrati semplici.

Vanno preferiti alimenti integrali perché contengono le fibre che rallentano ulteriormente l’assorbimento e limitano molto il picco glicemico estremamente pericoloso per i diabetici.

Pertanto per una corretta alimentazione del diabetico raccomando una drastica riduzione di dolci, zucchero, bevande zuccherate, frutta troppo dolce, uva, banane e succhi di frutta con zucchero aggiunto.

Importante anche limitare molto gli alcolici (vino, birra, aperitivi, liquori) che sono assimilabili agli zuccheri semplici, hanno un alto indice glicemico e sono davvero pericolosi per il diabetico.

Raccomando davvero una grande attenzione a limitare tutte le bevande zuccherate che, se consumate in misura eccessiva, provocano importanti danni al nostro organismo in generale e al diabete in particolare.

Poiché per il diabetico è importante eliminare completamente lo zucchero, al suo posto è possibile utilizzare i dolcificanti: saccarina, ciclamato, acesulfame, aspartame.

Bisogna preferire sempre cereali integrali e legumi in moderata quantità, molti ortaggi e molte verdure limitando le patate e la frutta troppo dolce e troppo matura.

Raccomando un’assunzione costante e abbondante di alimenti ricchi in fibre come ortaggi, verdure, legumi, cereali integrali, frutta non troppo matura e non troppo dolce escludendo uva fichi e banane.

Ricordiamo che gli zuccheri possono essere metabolizzati e quindi consumati se si svolge una adeguata attività fisica che è un grande alleato per tutti i diabetici per controllare la loro malattia.

Written by Dr. Pascucci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CURARE E PREVENIRE IL DIABETE CONOSCENDO “IL NEMICO”

GRASSI E DIABETE: UN IMPORTANTE BINOMIO CHE DEVE ESSERE CONIUGATO AL MEGLIO